CERTIFICAZIONE DEGLI INFISSI
Vetri, porte e finestre sigillate in maniera poco idonea fanno entrare dei gelidi spifferi comportando di conseguenza un consumo elevato di gas e/o elettricità per il riscaldamento e per il raffreddamento.
Altro aspetto rilevante sono i vetri; sono considerati un po' il punto debole delle finestre, dato che è proprio attraverso di essi che il calore o il freddo tende a "passare": in inverno contribuiscono ad abbassare la temperatura interna e in estate ad alzarla.

E' evidente che per puntare al risparmio energetico diventa necessario installare infissi in grado di ridurre con efficienza il passaggio del calore o del freddo; ecco perché la legislazione italiana prevede l'obbligo per i produttori d'infissi di rilasciare una certificazione attestante la classe energetica di porte e finestre

TRASMITTANZA TERMICA
Il parametro che viene preso in considerazione per redigere la certificazione è quello della trasmittanza termica, cioè il valore medio del flusso di calore che passa da un ambiente più caldo a uno più freddo in un metro quadrato di infisso. Tale calcolo viene effettuato con appositi esperimenti in laboratorio o, in modo approssimato, utilizzando un metodo matematico.

TENUTA ALL'ACQUA
norma EN 1027:2000 e riferimento alla EN 12208:1999 dal C.N.R.
(Consiglio Nazionale per le Ricerche) – I.T.C. (Istituto per le Tecnologie della Costruzione).

PERMEABILITA' ALL'ARIA
norma EN 1026:2000 e riferimento alla EN 12207:1999 dal C.N.R.
(Consiglio Nazionale per le Ricerche) – I.T.C. (Istituto per le Tecnologie della Costruzione)

PROVA RESISTENZA CARICO VENTO
norma EN 12210:1999 e riferimento alla EN 12211:2000 dal C.N.R.
(Consiglio Nazionale per le Ricerche) – I.T.C. (Istituto per le Tecnologie della Costruzione).